Corso per Certificatore energetico - 84 ore

Ore

84 ore

Descrizione

Descrizione (il corso è stato autorizzato da parte della regione Piemonte)

 Corso di formazione di Certificatore Energetico per la valutazione della prestazione energetica degli edifici finalizzata al rilascio di Attestati di prestazione energetica" Il corso è  in attesa di riconoscimento da parte della Regine Piemonte. D.D. 15 maggio 2019, n. 289 Approvazione della nuova "Procedura per il rilascio dell'autorizzazione regionale allo svolgimento dei corsi di formazione  per la valutazione della prestazione energetica degli edifici finalizzata al rilascio di Attestati di prestazione energetica"

1 Riferimenti legislativi
- Dlgs.192/2005
- DPR 75/2013
- DM 26/06/2015
- D.G.R. n. 14‐2119 del 21/09/2015 rettificata dalla D.G.R. 24‐2360 del 02/11/20151
- DGR 43‐8097 del 14/12/20182

 Corso di formazione (80+4 ore)
 Programma del corso di formazione
Il programma del corso di formazione è riportato all’Allegato A‐2.
Sono da considerarsi contenuti minimi del programma del corso:
1. gli argomenti trattati, indicati nell’Allegato citato, ripartiti nei moduli formativi individuati,
2. la durata di 84 ore complessive ad esclusione dell’esame finale (80 ore dello schema nazionale di
cui al DPR 75/2014 a cui vanno aggiunte 4 ore integrative sulle specificità regionali).
Tali contenuti minimi possono essere ampliati al fine di garantire un offerta formativa aggiornata con
particolare riguardo all’evoluzione della normativa tecnica impiegata come metodologia ufficiale di calcolo
della prestazione degli edifici e agli aspetti pratici operativi, ad esempio riguardanti l’acquisizione dei dati in
situ, l’utilizzo di strumentazione particolare e dei software di calcolo.

Allegato A-2

Contenuto minimo del Programma del corso di Formazione (minimo ore 80+4).

Data prevista di inizio corso: Lunedì 4 Novembre 2019

Data prevista di fine corso: Lunedì 27 settembre 2019

Sede di svolgimento: c.so Siracusa 10 c/o ST&T( SMART)

Il corso è organizzato per essere fruito per 30 ore in Presenza e coprendo tutti gli argomenti del programma

Le restanti 54 ore saranno fruite in FAD (che in realtà copre un ambito orario più vasto)

 Allegato 3_Lezioni in presenza (come da disposizioni regionali)

Contenuto minimo del Programma del corso di Formazione (minimo ore 80+4).

Data prevista di inizio corso: Lunedì 21 settembre 2020

on Line (od in coso Siracusa 10, secondo le disposizioni della regione Piemonte)

Programma

Allegato A-2

Contenuto minimo del Programma del corso di Formazione (minimo ore 80+4).

Data prevista di inizio corso (presunta):Lunedì 21 settembre 2020

Data prevista di fine corso (presunta): 10 Novembre  2020

Sede di svolgimento: on-LINE (od in c.so Siracusa 10 c/o ST&T( SMART), secondo le decisioni della regione Piemonte

Il corso è organizzato per essere fruito per 30 ore in Presenza o DIRETTA STREAMING in modo da coprire tutti gli argomenti del programma

Le restanti 54 ore saranno fruite in FAD (che in realtà copre un ambito orario più vasto)

 Allegato 3_Lezioni in presenza (come da disposizioni regionali)

Contenuto minimo del Programma del corso di Formazione (minimo ore 80+4).

Data prevista di inizio corso: Lunedì 21 settembre 2020

Sede di svolgimento: ON-LINE (oppure in c.so Siracusa 10 c/o ST&T( SMART), secondo le disposizioni regionali in merito)

Il corso è organizzato per essere fruito per 30 ore in Presenza e coprendo tutti gli argomenti del programma

Le restanti 54 ore saranno fruite in FAD (che in realtà copre un ambito orario più vasto)

Il corso è organizzato per essere fruito per 30 ore in Presenza e coprendo tutti gli argomenti del programma

Le restanti 54 ore saranno fruite in FAD (che in realtà copre un ambito orario più vasto)

MODULI DOCENTE DATA ORARIO ORE
1.      I Modulo        
1.1.   La legislazione per l'efficienza energetica degli edifici.  Arch. Luca Raimondo      1
1.2.   Le procedure di certificazione.  Arch. Luca Raimondo    1
1.3.   La normativa tecnica.  Arch. Luca Raimondo    1
1.4.   Obblighi e responsabilità del certificatore.  Arch. Luca Raimondo    1
2.      II Modulo        
2.1.   Il bilancio energetico del sistema edificio impianto.  Ing. Chiara Crivelli      1
2.2.   Il calcolo della prestazione energetica degli edifici.  Ing. Chiara Crivelli    1
2.3.   Analisi di sensibilità per le principali variabili che ne influenzano la determinazione.  Ing. Chiara Crivelli    1
3.      III Modulo        
3.1.   Analisi tecnico economica degli investimenti.  Ing. Chiara Crivelli      1
3.2.   Esercitazioni pratiche con particolare attenzione agli edifici esistenti.  Ing. Chiara Crivelli    2
4.      IV Modulo        
4.1.   Involucro edilizio:  Arch. Luca Raimondo      0,5
4.1.1       -  le tipologie e le prestazioni energetiche dei componenti;  Arch. Luca Raimondo     1
4.2.   soluzioni progettuali e costruttive per l'ottimizzazione:  Arch. Luca Raimondo    0,5
4.2.1.     -   dei nuovi edifici;  Arch. Luca Raimondo    1
4.2.2.     -   del miglioramento degli edifici esistenti.  Arch. Luca Raimondo    1
5.      V Modulo        
5.1.   Impianti termici:  Ing. Chiara Crivelli      0,5
5.1.1       - fondamenti e prestazione energetiche delle tecnologie tradizionali e innovative;  Ing. Chiara Crivelli    1
5.2.   soluzioni progettuali e costruttive per l'ottimizzazione:  Ing. Chiara Crivelli    0,5
5.2.1.     -  dei nuovi impianti;  Ing. Chiara Crivelli    1
5.2.2.     -  della ristrutturazione degli impianti esistenti.  Ing. Chiara Crivelli    1
6.      VI Modulo        
6.1.   L'utilizzo e l'integrazione delle fonti rinnovabili.  arch Monia
 Girotto      3
7.      VII Modulo        
7.1.   Comfort abitativo.  arch Monia
 Girotto      1
7.2.   La ventilazione naturale e meccanica controllata.  arch Monia
 Girotto    1
7.3.   L'innovazione tecnologica per la gestione dell'edificio e degli impianti.  arch Monia
 Girotto    1
8.      VIII Modulo        
8.1.   La diagnosi energetica degli edifici.  Ing. Chiara crivelli      1
8.2.   Esempi applicativi.  Ing. Chiara crivelli    1
8.3.   Esercitazioni all'utilizzo degli strumenti informatici posti a riferimento dalla normativa nazionale e predisposti dal CTI.  Ing. Chiara crivelli    1
9.      IX Modulo integrativo regionale        
9.1.   Utilizzo e gestione del sistema informativo regionale  Arch Giovanni Nuvoli      1
9.2.   Modalità di applicazione della procedura regionale  Arch Giovanni Nuvoli    1
9.3.   Normativa specifica in materia energetica ed ambientale attinente.  Arch Giovanni Nuvoli    1

 

 

 

Allegato 4_Lezioni in FAD

CORSO: CERTIFICATORE ENERGETICO DEGLI EDIFICI - aggiornato ai sensi del DPR 75/2013   
Codice corso: certificatore energetico 84 ore  - FAD (50h) La Fad potrà essere fruita in orari a scelta del candidato iscritto (nota: le ore in FaD superano il monte ore richiesto dal percorso Formativo in quanto le registrazioni raggiungono le 60 ore complessive)  
   
Titolo modulo di e.learnng
Durata Registrazione Rif. Corso certificatori en.
  1)    Grandezze e energetiche ed unità di misura, richiami e fondamenti di meccanica dei fluidi:

-       1 Grandezze fisiche (33:03)

-       2 Statica dei fluidi (25:05)

-       3 Dinamica dei fluidi (1:01:53)

Autore: Vincenzo Corrado

2h 0m 1s Supporto al moduli 2 e 5
  2)    Richiami e fondamenti di termodinamica e Psicrometria:

-       1 Principi della termodinamica (51:08)

-       2 Termodinamica degli stati (31:25)

-       3 Sistemi energetici (42:28)

-       4 Termodinamica dell’aria umida (1:06:41)

Autore: Alfonso Capozzoli

3h 11m 42s Supporto ai moduli 2 e 4
  3)    Richiami e fondamenti di trasmissione del calore:

-       Condizione e convezione termica (57:03)

-        Irraggiamento termico (50:58)

-       Trasmissione del calore in componenti edilizi (18:54)

Autore: Vincenzo Corrado

2h  06m 55s Supporto ai moduli 2 e 5
  4)    Fondamenti di illuminotecnica:

-       Fondamenti di illuminotecnica (1:03:47)

-       Cenni di confort visivo (36:48)

-       Illuminazione naturale (31:42)

Autore: Anna Pellegrino

2h 12m 17s Supporto ai moduli 2 e 4
  5)    Il Bilancio energetico: Le equazioni di bilancio di massa ed energia per l'ambiente:

-       Le equazioni di bilancio di massa ed energia per l’ambiente (1:22:52)

Autore: Vincenzo Corrado

1h 22m 52s Supporto al modulo 2
  6)    Caratteristiche dell’involucro edilizio opaco:

-       Isolamento termico (2:30:02)

-       Inerzia Termica (1:46:33)

-       Condensa (58:40)

Autore: Simona Paduos

5h 5m 15s Supporto al modulo 4
  7)    Caratteristiche dell’involucro edilizio trasparente:

-       Le soluzioni tecniche e le prestazioni termiche dei componenti di involucro edilizio trasparenti (2:14:17)

Autore: Simona Paduos

2h 14m 17s Supporto al modulo 4
  8)    Qualità dell’aria e ventilazione:

-       Qualità dell’aria e ventilazione (1:46:47)

Autore: Cristina Becchio

1h 46m 47s Supporto al modulo 7
  9)    La norma Uni En 15251:

-       La norma Uni En 15251 (42:00)

Autore: Cristina Becchio

42m 00s Supporto al modulo 7
  10) Gli impianti di riscaldamento:

-       Gli impianti di riscaldamento (2:04:22)

Autore: Enrico Fabrizio

2h 04m 22s Supporto al modulo 5
  11)   I sistemi di ventilazione e gli impianti di climatizzazione:

-       I sistemi di ventilazione (50:30)

-       Gli impianti di climatizzazione (1:32:18)

Autori: Enrico Fabrizio, Alfonso Capozzoli

2h 22m 48s Supporto al modulo  7
  12)   Gli impianti di illuminazione:

-       Gli impianti di illuminazione (3:01:51)

Autore: Anna Pellegrino

3h 01m 51s Supporto ai moduli  2 e 4
  13) La norma Uni En 15193:

-       La norma Uni En 15193 (1:19:49)

Autore: Anna Pellegrino

1h 19m 49s Supporto al modulo 1
  14) Fonti rinnovabili ed impianti per il loro sfruttamento:

-       Impianti solari termici (38:00)

-       Impianti fotovoltaici (1:32:08)

Autore: Luca Rollino

2h 10m 08s Supporto al modulo 6
  15) Il quadro normativo regionale vigente in materia di certificazione energetica:

-       Quadro legislativo regionale ed i regolamenti attuativi (41:28)

-       DGR 43 (29:23)

-       DGR 45 (49:18)

-       DGR 46 (1:04:02)

Autore: Simona Paduos

3h 04m 11s Supporto ai  moduli 1e 9
  16) Procedure applicative per la certificazione energetica della Regione Piemonte:

-       Procedure di raccolta e validazione dei dati- Generalità (37:04)

-       Dati edificio nuovo (30:08)

-       Dati edificio esistente (32:32)

-       Dati impianto nuovo e dati impianto esistente (29:28)

Autore: Ilaria Ballarini

2h 9m 12s Supporto al modulo 9
   
17) L’imputazione dei dati nel sistema informativo regionale: Sicee:

L’imputazione dei dati nel sistema informativo regionale: Sicee (2:34:44)

Autore: Luca Rollino

[Realizzatore del SICEE: CSI-Piemonte, aggiornato al SIPEE, Sistema Informativo per la Prestazione Energetica degli Edifici (SIPEE) accessibile tramite SPID]

2h 34m 44s Da integrare con le recenti disposizioni sipee
  18) Esercitazioni applicative: valutazione  energetica di un edificio di nuova costruzione:

-       Svolgimento di una esercitazione sulla valutazione energetica di un edificio di nuova costruzione (4:14:32)

Autore: Alice Gorrino

4h 14m 32s Supporto ai moduli 2, 7 e  8
  19)   Esercitazione applicativa sulla C.E.:

-       Esercitazione con l’ausilio si sw Edilclima (1:55:45)

Autore: Alice Gorrino

1:55:45 Supporto al modulo 8
  20) Esercitazioni applicative: valutazione  energetica di un edificio esistente:

Reperimento dati involucro ed impianti (31:56)

Inserimento dati involucro (36:35)

Inserimenti dato impianto (35:09)

Inserimento dati in docet (32:46)

Elaborazione dei dati (32:58)

Definizione interventi di riqualificazione (56:15)

La valutazione energetica d’esercizio (35:52)

Autore: Ilaria Ballarini

4h 21m 31s Supporto ai moduli 4, 5
  21) Compilazione di un attestato di certificazione energetica secondo il modello della regione Piemonte:

-       Utilizzo di Docet (2:02:12)

Autore: Luca Rollino

2h 01m 12s Supporto al modulo 9
  22) Test di Verifica complessivo percorso C.E:

-       Verifica delle conoscenze e test finale - Spiegazione test (3:09:09)

Autore: Alfonso Capozzoli, Vincenzo Corrado, Luca Rollino

3h 09m 09s Supporto ai moduli 1 
         

Chi può partecipare al corso

Possono frequentare i corsi di cui alla presente procedura i soggetti che hanno i requisiti di cui all’Allegato

A‐6 (soggetti iscritti ad Ordini e Collegi professionali) e di cui all’Allegato A‐7 (soggetti non iscritti ad Ordini e Collegi professionali) salvo quanto meglio specificato al successivo paragrafo 6.2.

Esame di profitto del corso di formazione
I tecnici abilitati di cui all’articolo 2 del DPR 75/2013 in possesso dei titoli di studio di cui al comma 3 con competenze parziali sul sistema fabbricato‐impianto tecnico e quelli di cui all’articolo 4 dello stesso decreto dotati di un titolo di studio ricompreso tra quelli elencati alle lettere a), b), c) e d) dell’articolo citato, possono redigere autonomamente un attestato di prestazione energetica solo dopo aver frequentato un corso di formazione e aver sostenuto positivamente la relativa verifica finale.
Ai sensi del par. 3.3 dell’Allegato A della DGR 24‐2360 del 02/11/2015, i soggetti formatori organizzano la verifica finale consistente nello svolgimento di una prova scritta e nella redazione, mediante l’impiego della procedura informatizzata e sulla base di una casistica significativa, di un attestato di prestazione energetica.
Alla verifica finale possono essere ammessi solo coloro che hanno frequentato almeno l’80% delle ore complessive previste.
La verifica finale è composta da due fasi.
a) Prova scritta
Ai candidati viene assegnato un test a risposta chiusa diretto a valutare la comprensione degli argomenti trattati nel corso.
Tale test ha lo scopo di valutare la conoscenza delle materie illustrate, a livello teorico e pratico, e la
capacità di risolvere problemi semplici legati alla definizione delle principali grandezze  termodinamiche ed economiche coinvolte nel processo di valutazione della prestazione energetica e di individuazione delle raccomandazioni migliorative delle prestazioni energetiche degli edifici.
Per lo svolgimento della prova scritta devono essere adottate le seguenti modalità:
- il test deve contenere un minimo di 30 domande con risposta multipla chiusa (4 risposte alternative);
- il tempo concesso per la prova è indicativamente pari a 2 minuti per domanda;
- il punteggio finale è espresso su base centesimale (x/100) ed è calcolato con la seguente formula:
Punteggio = [(N. risposte corrette x 3 – N. risposte errate) x 100 / (N. domande x 3)]
Il voto minimo per l’accesso alla successiva fase orale è pari a: 60/100.

b) Redazione di un APE
Il candidato ammesso alla prova orale deve illustrare alla Commissione, mediante l’esposizione di un caso di studio, le modalità di valutazione della prestazione energetica di un edificio e la conseguente redazione dell’attestato di prestazione energetica.
A tal fine, prima di sostenere la prova orale, deve aver analizzato un edificio di sua scelta utilizzando le procedure di calcolo previste ai paragrafi 3.1 e 3.2 del DM 26 giugno 2015 con l’esclusione dell’applicazione del metodo semplificato.
Il candidato deve quindi presentarsi alla sessione con una tesina riguardante il caso studio che riporti e documenti in modo ampio ed esplicito:
- le modalità di reperimento dei dati di ingresso (geometrici, fisici, impiantistici, climatici ecc.) con
disegni e eventuali fotografie dell’edificio;
- la determinazione, mediante l’esplicitazione di tutti i dati intermedi e dei principali risultati dei
calcoli, degli indici energetici della prestazione energetica, globale e parziale, rinnovabile e non
rinnovabile, mediante l'applicazione delle metodologie previste;
- l’individuazione degli output utili all’introduzione nella procedura telematica del SIPEE dei dati
necessari alla redazione dell’APE per ottenere la classificazione dell'edificio e produrre il
documento finale in formato PDF.
La relazione (tesina), in forma cartacea, deve essere presentata, mediante un colloquio, alla Commissione che la assume agli atti. Nel corso dell’esposizione orale la Commissione verifica che il candidato abbia appreso il percorso procedurale e metodologico per la corretta valutazione delle prestazioni e per la corretta redazione di un attestato tenendo conto della legislazione e delle normative tecniche ed attuative in vigore. La Commissione approfondisce altresì le conoscenze generali del candidato nelle tematiche previste nel programma del corso.
Sessione d’esame
La sessione d’esame è organizzata dal soggetto titolare della autorizzazione allo svolgimento del corso, il costo è a carico dei soggetti che intendono sostenere la verifica finale.
La Commissione d’esame è composta almeno da:
- un docente del corso,
- un rappresentante dell’ente o agenzia formativa,
- un esperto appartenente alla Regione Piemonte o all’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente del Piemonte.

Allegato 4_Lezioni in FAD

CORSO: CERTIFICATORE ENERGETICO DEGLI EDIFICI - aggiornato ai sensi del DPR 75/2013   
Codice corso: certificatore energetico 84 ore  - FAD (50h) La Fad potrà essere fruita in orari a scelta del candidato iscritto (nota: le ore in FaD superano il monte ore richiesto dal percorso Formativo in quanto le registrazioni raggiungono le 60 ore complessive)  
   
Titolo modulo di e.learnng
Durata Registrazione Rif. Corso certificatori en.
 
  1. Grandezze e energetiche ed unità di misura, richiami e fondamenti di meccanica dei fluidi:
  • 1 Grandezze fisiche (33:03)
  • 2 Statica dei fluidi (25:05)
  • 3 Dinamica dei fluidi (1:01:53)

Autore: Vincenzo Corrado

2h 0m 1s Supporto al moduli 2 e 5
 
  1. Richiami e fondamenti di termodinamica e Psicrometria:
  • 1 Principi della termodinamica (51:08)
  • 2 Termodinamica degli stati (31:25)
  • 3 Sistemi energetici (42:28)
  • 4 Termodinamica dell’aria umida (1:06:41)

Autore: Alfonso Capozzoli

3h 11m 42s Supporto ai moduli 2 e 4
 
  1. Richiami e fondamenti di trasmissione del calore:
  • Condizione e convezione termica (57:03)
  •  Irraggiamento termico (50:58)
  • Trasmissione del calore in componenti edilizi (18:54)

Autore: Vincenzo Corrado

2h  06m 55s Supporto ai moduli 2 e 5
 
  1. Fondamenti di illuminotecnica:
  • Fondamenti di illuminotecnica (1:03:47)
  • Cenni di confort visivo (36:48)
  • Illuminazione naturale (31:42)

Autore: Anna Pellegrino

2h 12m 17s Supporto ai moduli 2 e 4
 
  1. Il Bilancio energetico: Le equazioni di bilancio di massa ed energia per l'ambiente:
  • Le equazioni di bilancio di massa ed energia per l’ambiente (1:22:52)

Autore: Vincenzo Corrado

1h 22m 52s Supporto al modulo 2
 
  1. Caratteristiche dell’involucro edilizio opaco:
  • Isolamento termico (2:30:02)
  • Inerzia Termica (1:46:33)
  • Condensa (58:40)

Autore: Simona Paduos

5h 5m 15s Supporto al modulo 4
 
  1. Caratteristiche dell’involucro edilizio trasparente:
  • Le soluzioni tecniche e le prestazioni termiche dei componenti di involucro edilizio trasparenti (2:14:17)

Autore: Simona Paduos

2h 14m 17s Supporto al modulo 4
 
  1. Qualità dell’aria e ventilazione:
  • Qualità dell’aria e ventilazione (1:46:47)

Autore: Cristina Becchio

1h 46m 47s Supporto al modulo 7
 
  1. La norma Uni En 15251:
  • La norma Uni En 15251 (42:00)

Autore: Cristina Becchio

42m 00s Supporto al modulo 7
 
  1. Gli impianti di riscaldamento:
  • Gli impianti di riscaldamento (2:04:22)

Autore: Enrico Fabrizio

2h 04m 22s Supporto al modulo 5
 
  1. I sistemi di ventilazione e gli impianti di climatizzazione:
  • I sistemi di ventilazione (50:30)
  • Gli impianti di climatizzazione (1:32:18)

Autori: Enrico Fabrizio, Alfonso Capozzoli

2h 22m 48s Supporto al modulo  7
 
  1. Gli impianti di illuminazione:
  • Gli impianti di illuminazione (3:01:51)

Autore: Anna Pellegrino

3h 01m 51s Supporto ai moduli  2 e 4
 
  1. La norma Uni En 15193:
  • La norma Uni En 15193 (1:19:49)

Autore: Anna Pellegrino

1h 19m 49s Supporto al modulo 1
 
  1. Fonti rinnovabili ed impianti per il loro sfruttamento:
  • Impianti solari termici (38:00)
  • Impianti fotovoltaici (1:32:08)

Autore: Luca Rollino

2h 10m 08s Supporto al modulo 6
 
  1. Il quadro normativo regionale vigente in materia di certificazione energetica:
  • Quadro legislativo regionale ed i regolamenti attuativi (41:28)
  • DGR 43 (29:23)
  • DGR 45 (49:18)
  • DGR 46 (1:04:02)

Autore: Simona Paduos

3h 04m 11s Supporto ai  moduli 1e 9
 
  1. Procedure applicative per la certificazione energetica della Regione Piemonte:
  • Procedure di raccolta e validazione dei dati- Generalità (37:04)
  • Dati edificio nuovo (30:08)
  • Dati edificio esistente (32:32)
  • Dati impianto nuovo e dati impianto esistente (29:28)

Autore: Ilaria Ballarini

2h 9m 12s Supporto al modulo 9
   
  1. L’imputazione dei dati nel sistema informativo regionale: Sicee:

L’imputazione dei dati nel sistema informativo regionale: Sicee (2:34:44)

Autore: Luca Rollino

[Realizzatore del SICEE: CSI-Piemonte, aggiornato al SIPEE, Sistema Informativo per la Prestazione Energetica degli Edifici (SIPEE) accessibile tramite SPID]

2h 34m 44s Da integrare con le recenti disposizioni sipee
 
  1. Esercitazioni applicative: valutazione  energetica di un edificio di nuova costruzione:
  • Svolgimento di una esercitazione sulla valutazione energetica di un edificio di nuova costruzione (4:14:32)

Autore: Alice Gorrino

4h 14m 32s Supporto ai moduli 2, 7 e  8
 
  1. Esercitazione applicativa sulla C.E.:
  • Esercitazione con l’ausilio si sw Edilclima (1:55:45)

Autore: Alice Gorrino

1:55:45 Supporto al modulo 8
 
  1. Esercitazioni applicative: valutazione  energetica di un edificio esistente:

Reperimento dati involucro ed impianti (31:56)

Inserimento dati involucro (36:35)

Inserimenti dato impianto (35:09)

Inserimento dati in docet (32:46)

Elaborazione dei dati (32:58)

Definizione interventi di riqualificazione (56:15)

La valutazione energetica d’esercizio (35:52)

Autore: Ilaria Ballarini

4h 21m 31s Supporto ai moduli 4, 5
 
  1. Compilazione di un attestato di certificazione energetica secondo il modello della regione Piemonte:
  • Utilizzo di Docet (2:02:12)

Autore: Luca Rollino

2h 01m 12s Supporto al modulo 9
 
  1. Test di Verifica complessivo percorso C.E:
  • Verifica delle conoscenze e test finale - Spiegazione test (3:09:09)

Autore: Alfonso Capozzoli, Vincenzo Corrado, Luca Rollino

3h 09m 09s Supporto ai moduli 1 

Requisiti

Chi può partecipare al corso

Possono frequentare i corsi di cui alla presente procedura i soggetti che hanno i requisiti di cui all’Allegato

A‐6 (soggetti iscritti ad Ordini e Collegi professionali) e di cui all’Allegato A‐7 (soggetti non iscritti ad Ordini e Collegi professionali) salvo quanto meglio specificato al successivo paragrafo 6.2.

Esame di profitto del corso di formazione
I tecnici abilitati di cui all’articolo 2 del DPR 75/2013 in possesso dei titoli di studio di cui al comma 3 con competenze parziali sul sistema fabbricato‐impianto tecnico e quelli di cui all’articolo 4 dello stesso decreto dotati di un titolo di studio ricompreso tra quelli elencati alle lettere a), b), c) e d) dell’articolo citato, possono redigere autonomamente un attestato di prestazione energetica solo dopo aver frequentato un corso di formazione e aver sostenuto positivamente la relativa verifica finale.
Ai sensi del par. 3.3 dell’Allegato A della DGR 24‐2360 del 02/11/2015, i soggetti formatori organizzano la verifica finale consistente nello svolgimento di una prova scritta e nella redazione, mediante l’impiego della procedura informatizzata e sulla base di una casistica significativa, di un attestato di prestazione energetica.
Alla verifica finale possono essere ammessi solo coloro che hanno frequentato almeno l’80% delle ore complessive previste.
La verifica finale è composta da due fasi.
a) Prova scritta
Ai candidati viene assegnato un test a risposta chiusa diretto a valutare la comprensione degli argomenti trattati nel corso.
Tale test ha lo scopo di valutare la conoscenza delle materie illustrate, a livello teorico e pratico, e la
capacità di risolvere problemi semplici legati alla definizione delle principali grandezze  termodinamiche ed economiche coinvolte nel processo di valutazione della prestazione energetica e di individuazione delle raccomandazioni migliorative delle prestazioni energetiche degli edifici.
Per lo svolgimento della prova scritta devono essere adottate le seguenti modalità:
- il test deve contenere un minimo di 30 domande con risposta multipla chiusa (4 risposte alternative);
- il tempo concesso per la prova è indicativamente pari a 2 minuti per domanda;
- il punteggio finale è espresso su base centesimale (x/100) ed è calcolato con la seguente formula:
Punteggio = [(N. risposte corrette x 3 – N. risposte errate) x 100 / (N. domande x 3)]
Il voto minimo per l’accesso alla successiva fase orale è pari a: 60/100.

b) Redazione di un APE
Il candidato ammesso alla prova orale deve illustrare alla Commissione, mediante l’esposizione di un caso di studio, le modalità di valutazione della prestazione energetica di un edificio e la conseguente redazione dell’attestato di prestazione energetica.
A tal fine, prima di sostenere la prova orale, deve aver analizzato un edificio di sua scelta utilizzando le procedure di calcolo previste ai paragrafi 3.1 e 3.2 del DM 26 giugno 2015 con l’esclusione dell’applicazione del metodo semplificato.
Il candidato deve quindi presentarsi alla sessione con una tesina riguardante il caso studio che riporti e documenti in modo ampio ed esplicito:
- le modalità di reperimento dei dati di ingresso (geometrici, fisici, impiantistici, climatici ecc.) con
disegni e eventuali fotografie dell’edificio;
- la determinazione, mediante l’esplicitazione di tutti i dati intermedi e dei principali risultati dei
calcoli, degli indici energetici della prestazione energetica, globale e parziale, rinnovabile e non
rinnovabile, mediante l'applicazione delle metodologie previste;
- l’individuazione degli output utili all’introduzione nella procedura telematica del SIPEE dei dati
necessari alla redazione dell’APE per ottenere la classificazione dell'edificio e produrre il
documento finale in formato PDF.
La relazione (tesina), in forma cartacea, deve essere presentata, mediante un colloquio, alla Commissione che la assume agli atti. Nel corso dell’esposizione orale la Commissione verifica che il candidato abbia appreso il percorso procedurale e metodologico per la corretta valutazione delle prestazioni e per la corretta redazione di un attestato tenendo conto della legislazione e delle normative tecniche ed attuative in vigore. La Commissione approfondisce altresì le conoscenze generali del candidato nelle tematiche previste nel programma del corso.
Sessione d’esame
La sessione d’esame è organizzata dal soggetto titolare della autorizzazione allo svolgimento del corso, il costo dell'ESAME è a carico dei soggetti che intendono sostenere la verifica finale e NON è compreso nel costo del corso.
La Commissione d’esame è composta almeno da:
- un docente del corso,
- un rappresentante dell’ente o agenzia formativa,
- un esperto appartenente alla Regione Piemonte o all’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente del Piemonte.

Costo

408‬€ +IVA

Sconti disponibili

Sconti potranno essere assicurati a chi è iscritto ad un ordine professionale ed a seguito di accordo specifico con l'ordine stesso.

Date e orari

le date delle ore del corso in presenza e in Fad, sono riportati abbinati al programma

Inizio presunto (all'iscrizione di almeno 10 candidati)

Sede

c/o SMART c.so Siracusa 10 - 10136 Torino

Posti ancora disponibili

10 posti

Data chiusura

Mercoledì, 30 Settembre, 2020

Per iscriversi al corso è necessario effettuare il login oppure registrarsi al sito.